I figli sono come aquiloni

I figli sono come aquiloni

I figli sono come gli aquiloni, passi la vita a cercare di farli alzare da terra. Corri e corri con loro fino a restare tutti e due senza fiato… Come gli aquiloni, essi finiscono a terra… e tu rappezzi e conforti, aggiusti e insegni. Li vedi sollevarsi nel vento e li rassicuri che presto impareranno […]

continua

MADRE e FIGLIA: un rapporto che non finisce mai

MADRE e FIGLIA: un rapporto che non finisce mai

Freud ha messo al centro della sua riflessione il rapporto padre figlio riletto attraverso la figura tragica di Edipo. Il rapporto madre-figlia non ha trovato, invece, lo stesso spazio, sebbene risulti, come la pratica clinica dimostra, decisivo nella formazione della soggettività femminile. Cosa rende il nodo madre-figlia così cruciale e così impossibile da sciogliere? Quali […]

continua

La Depressione è ereditaria? (Parte 4)

La Depressione è ereditaria? (Parte 4)

Cosa succede nel cervello  Quando l’equilibrio di queste sostanze è alterato, si manifesta una tendenza verso la depressione, e alcuni farmaci antidepressivi vanno a regolare anche il loro funzionamento. Negli individui depressi le alterazioni cerebrali sono riscontrabili a livello macroscopico, come indicano gli studi realizzati con tecniche di visualizzazione cerebrale, ad esempio la Risonanza Magnetica. […]

continua

La Depressione è eridataria? (Parte 3)

La Depressione è eridataria? (Parte 3)

Le molecole che aiutano  La più utilizzata categoria di antidepressivi, gli inibitori della ricaptazione della serotononina, i cosiddetti SSRI, come la paroxetina e il citalopram, agiscono incrementando proprio il livello extracellulare della serotonina, anche se oggi si sa che probabilmente la loro azione è più articolata e coinvolge complessi di recettori non del tutto conosciuti. La ricerca ha […]

continua

Lo stress è la causa scatenante (parte 2)

Lo stress è la causa scatenante (parte 2)

«In realtà, lo stress è la causa principale di una depressione maggiore — spiega Marc Fakhoury — e sembra far scattare questo disturbo in quasi ogni individuo dotato di un particolare set di geni che lo rendono più vulnerabile». Probabilmente la predisposizione genetica agisce attraverso alterazioni a livello dei neuromediatori, sostanze che regolano la comunicazione […]

continua

La depressione è ereditaria? L’importanza della genetica in questa patologia (parte 1)

La depressione è ereditaria? L’importanza della genetica  in questa patologia (parte 1)

La depressione  tende a ricorrere nelle famiglie, anche se talora sono colpite persone che non hanno una storia di depressione in casa. «Gli studi sui gemelli mostrano un livello di ereditarietà fino al 50 per cento — dice il dottor Marc Fakhoury, del Department of neurosciencedell’University of Montreal, nel Quebec, autore di una revisione sulla neurobiologia […]

continua

L’origine di tratti narcisistici nei bambini : scarso amore o sopravvalutazione?

L’origine di tratti narcisistici nei bambini : scarso amore o sopravvalutazione?

“Il bambino costantemente sopravvalutato dai genitori ha più probabilità di sviluppare un forte narcisismo”: lo afferma un nuovo studio, confermando l’ipotesi della teoria psicologica dell’apprendimento sociale sull’origine di questo tratto di personalità che non trova invece riscontro nell’ipotesi concorrente, sviluppata nell’ambito della psicoanalisi, secondo cui il narcisismo deriverebbe da una scarsa affettività dei genitori. Il […]

continua

L’effetto sorpresa migliora l’apprendimento nei bambini

L’effetto sorpresa migliora l’apprendimento nei bambini

Se un bambino molto piccolo (intorno a un anno di età) osserva un oggetto che si comporta in modo contrario alle aspettative, per esempio una macchinina che attraversa un muro, lo esplora attentamente, giocandoci in modo tale da capire come e quando l’oggetto si comporta in modo insolito. Nei bambini molto piccoli, intorno agli 11-12 […]

continua

Non siete mai riusciti a imparare le tabelline e a effettuare semplici calcoli?

Non siete mai riusciti a imparare le tabelline e a effettuare semplici calcoli?

QUANDO LA MATEMATICA E’ UN PROBLEMA Una breve ma meritata parentesi. La discalculia non è una malattia, non è un deficit e  non implica assolutamente un deficit intellettivo, È il disturbo relativo all’apprendimento del sistema dei numeri e dei calcoli che  si presenta associata alla dislessia, ma in alcuni casi, anche se piuttosto rari, è un problema […]

continua

Non ricordare non implica aver cancellato un ricordo

Non ricordare non implica aver cancellato un ricordo

Dimenticare un evento della propria vita potrebbe non essere un processo definitivo: lo dimostra un nuovo studio sui topi di laboratorio, in cui gli sperimentatori sono riusciti a invertire l’amnesia totale di un evento doloroso. Il risultato è un passo avanti significativo per la comprensione dei meccanismi della memoria e potrebbe avere in futuro un […]

continua